Scutari è una delle città più antiche e gloriose dei Balcani occidentali. Situata vicino alle sponde del suo famoso lago e ai piedi di una rocca che sorge alla confluenza dei fiumi Drin, Buna e Kir, rappresenta un grande centro della cultura, ricca di storia e di architettura tipica. Non solo polo economico, commerciale e industriale, ma conosciuta come il centro del cattolicesimo Albanese, Scutari è la prova perfetta del fatto che tutte le religioni possono convivere pacificamente in un solo paese. Soprannominata Firenze dei Balcani, protagonista della prima foto scattata in tutta la penisola, sede del primo osservatorio astronomico della regione e molto altro, creano solo il contorno di quello che questa affascinante città può offrire.

Queste sono, secondo me, le 10 cose da non perdersi assolutamente a Scutari.

Via Kol Idromeno centro storico Scutari Albania

Via Kol Idromeno – centro storico Scutari

1.Respirare l’atmosfera dell’ottocento del centro storico

La zona pedonale della strada Kol Idromeno, che percorre l’intero quartiere del centro storico vi trasporterà in un’atmosfera unica dell’ottocento. Pittoresche casette a due piani di architettura tipica color pastello, piccoli bar, ristoranti, musei e botteghe renderanno la vostra passeggiata piacevole, rilassante e vi faranno innamorare di una delle più belle aree pedonali dell’Albania.

Portreto di una donna con vestiti tradizional Museo Nazionale della Fotografia Marubi, Scutari

Ritratto di una donna Scutarina – Museo Nazionale della Fotografia Marubi, Scutari

2.Ammirare una delle collezioni fotografiche più belle dei Balcani

Il Museo Nazionale della Fotografia Marubi custodisce un vero tesoro culturale, importante non solo per Scutari e l’Albania, ma rilevante anche a livello Europeo. Oltre 100.000 immagini documentano la vita del XIX secolo e degli inizi del XX secolo, catturando l’abbigliamento, le norme sociali, le immagini della vita cittadina e rurale, i paesaggi e molti altri aspetti di quel tempo. Le fotografie e il ricco materiale museale esposto vi affascinerà, immergendovi completamente nel mondo ormai scomparso dell’Albania tra Ottocento e Novecento.

Museo Storico di Scutari casa di Oso Kuka Albania

Museo Storico, Casa di Oso Kuka – Scutari

3.Visitare una tipica casa dell’Albania settentrionale

Uno degli aspetti più interessanti durante la visita presso il Museo Storico è rappresentato dal fatto che questo museo è collocato nella magnifica casa di Oso Kuka, patriota scutarino della seconda meta del XIX secolo. Qui potrete ammirare un tipico esempio di architettura tradizionale, autentiche fortificazioni in pietra, elementi della storia, oggetti tipici e costumi.

Il Castello di Rozafa visto da lontano Scutari

Il Castello di Rozafa visto da lontano – Scutari

All'interno del Castello di Rozafa Scutari Albania

All’interno del Castello di Rozafa – Scutari

4.Scoprire l’antico Castello di Rozafa

Il castello di Rozafa sorge su una collina rocciosa, visibile a chilometri di distanza. Ha più di 2000 anni, ma i resti delle mura, la chiesa di Santo Stefano, il campanile e altri edifici risalgono al periodo veneziano. La cima della collina offre una suggestiva vista sul lago, sui fiumi Buna e Drini e i dintorni. I grandi prati che si estendono tra i resti delle mura e delle torri invitano a godere della bellezza del paesaggio. La fortezza deve il suo nome a Rozafa, ragazza Albanese che secondo la leggenda, venne murata viva nei bastioni di pietra come offerta agli dei, affinché non distruggesse il castello e rendesse salda la costruzione. 

La Moschea di Piombo vista dal Castello di Rozafa Scutari Albania

La Moschea di Piombo vista dal Castello di Rozafa – Scutari

La Moschea di Piombo Scutari Albania

La Moschea di Piombo – Scutari

5.Fotografare la Moschea di Piombo

Costruita nel 1773-1774 da Mehmet Pasha Bushati, il fondatore della famosa famiglia Bushatli, la Moschea di Piombo è una degli edifici più antichi di Scutari e rappresenta la più grande e bella moschea dell’Albania fino alla prima metà del XX secolo, periodo in cui iniziarono a essere costruite grandi moschee. Questa Moschea è conosciuta con questo nome, in quanto, era rivestita di piombo. Diversamente dalle altre moschee o chiese presenti a Scutari, la Moschea di Piombo non è accessibile internamente, ma di sicuro vale la pena visitarla e fotografarla non solo da lontano sopra il castello, ma anche da vicino.

Attraversando il Ponte di Mes Scutari Albania

Attraversando il Ponte di Mezzo – Scutari

6.Attraversare il Ponte di Mezzo

Costruito lungo l’antica rotta commerciale tra Scutari e Pristina in Kosovo, questo ponte è il più grande e meglio conservato ponte ottomano in Albania. Il ponte di Mezzo è situato in un paesaggio pittoresco, circondato dalle colline del Parco Naturale del Marai sulle rive del fiume di montagna Kir d’acque blu, incredibilmente limpide.

Aspettando il tramonto sul Lago di Scutari Albania

Aspettando il tramonto sul Lago di Scutari – Albania

7.Assistere al tramonto sul lago di Scutari

Un incredibile paesaggio lacustre vi aspetta, immensa distesa d’acqua sorvolata da gabbiani e sullo sfondo il profilo delle Alpi Albanesi. Questo ampio lago, ben 370 km², il più grande dei Balcani, rappresenta un vero tesoro della biodiversità. Potete ammirare questo incredibile scenario da numerosi punti panoramici lungo la strada o dai diversi ristoranti presenti nei villaggi di Shiroka o Zogaj, specialmente durante le ultime ore del giorno dove il tutto si presenta più spettacolare.

Un giri in bici verso il lago Scutari Albania

Un giro in bici verso il lago – Scutari

8.Perdersi nella città in sella ad una bici

Appena metterete piede in questa città la prima cosa che noterete saranno le numerose bici che popolano le strade. Scutari non solo è conosciuta come polo culturale ma anche come la città delle bici. Prendete anche voi una, unitevi ai cittadini e perdetevi tra le vie del centro storico e tra i mercatini, vivrete una tipica giornata della quotidianità Scuterese. Per quelli più allenati, provate a raggiungere il lago in bici, il tragitto ne varrà sicuramente la pena.

L'unione dei fiumi di Kir, Drin e Buna - Scutari

L’unione dei fiumi di Kir, Drin e Buna – Scutari

9.Vedere l’unione dei fiumi che circondano Scutari

Scutari si estende strategicamente tra le paludi del lago di Scutari e le colline delle alpi albanesi, intrappolata su tre lati dai fiumi Kir a est, Drin a sud e Buna a ovest. Diversi sono i punti dove si potrebbe recarsi per vedere dall’alto l’unione dei fiumi e la fusione delle loro acque.

Il coloratissimo Carnevale di Scutari

Il Carnevale di Scutari – Albania

10.Partecipare al Carnevale più famoso dell’Albania

Le origini della celebrazione del carnevale a Scutari nascono dalla connessione storica tra questa città e Venezia, in quanto quest’ultima ha governato la zona durante il suo periodo di massimo splendore. Qui vengono prodotte anche le maschere più belle in stile Veneziano dirette all’esportazioni verso i mercati Italiani ed esteri. Le maschere sono un capolavoro e sono state progettate anche per una serie di produzioni e film come Eyes Wide Shut. Se non riuscite ad essere presenti durante il periodo dei festeggiamenti del caloratissimo Carnevale di Scutari, fate uno stop presso la Fabbrica delle Maschere, vale sicuramente la pena.

© Riproduzione riservata